fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

BRAIA: PSR BASILICATA 2014-2020, INVESTIRE SUL CAPITALE UMANO

AGR L’assessore alle Politiche agricole e forestali Luca Braia ha chiuso i lavori dell’incontro informativo dedicato al Psr Basilicata 2014-2020 con il mondo universitario e della ricerca su giovani, cooperazione e innovazione.

1937024_1780070725560709_9006412799734496765_n

“Il riconoscimento della sesta posizione della Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali (Safe) dell’Università della Basilicata, nella classifica Censis 2015, – ha dichiarato – è motivo di orgoglio per tutti noi. Ricerca, innovazione tecnologica, produzione e tradizioni locali dovranno diventare occasione di sviluppo per la nostra regione in cui agricoltura, agroalimentare e forestazione sono le attività economiche più importanti del territorio lucano, riconosciuto come al 100% rurale.

C’è ampia sintonia con il Presidente Marcello Pittella riguardo all’indirizzo da dare al nuovo corso dell’agricoltura in Basilicata. La corresponsabilità delle azioni e la competitività come valore da raggiungere devono andare di pari passo, tutti gli attori devono provare a stare insieme per raggiungere obiettivi comuni. La nuova programmazione sarà vissuta nella logica dell’investimento che produce valore e non solo in quella della spesa.

Il Dipartimento sta riorganizzando gli uffici ritarandoli rispetto alla gestione delle misure del nuovo PSR e per rendere più veloci le procedure dei bandi oltre che alla possibilità di bandi ciclici. Stiamo provando a delineare la direzione da intraprendere per una nuova gestione della risorsa bosco e delle filiere che possono rappresentare una grande opportunità che va colta.

E’ sempre più necessario formare tecnici e professionisti che possano gestire al meglio le attività connesse allo sviluppo dei territori in maniera sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Così come è necessario pensare ad una seria alternanza scuola lavoro per gli studenti di tecnici e professionali degli istituti agrari.

Stiamo lavorando per costruire una sempre maggiore sinergia e collaborazione tra il Dipartimento e l’Università di Basilicata che ha lavorato molto già nella Programmazione FEASR 2007/2013 su diversi progetti della Misura 124, ad esempio sulla filiera latte, sulla cerealicoltura e la conservazione del suolo, sull’Innovative Village e semina su sodo, sulle tecnologie satellitari a supporto dell’agricoltura conservativa per la cerealicoltura lucana.

Con il PSR Basilicata 2014-2020 il mondo della ricerca potrà cogliere opportunità ed essere coinvolta attraverso la misura 1 che riguarda il trasferimento di conoscenza, ma soprattutto con la misura 16 che è stata pensata per accompagnare lo sviluppo dell’agricoltura in Basilicata sostenendo la costituzione e gestione dei gruppi operativi del PEI, attraverso cui possiamo innescare meccanismi di confronto tra gli attori dei sistemi della conoscenza e favorire l’attivazione di collaborazioni stabili tra mondo della ricerca e dell’impresa.

Il Gruppo Operativo relativo alla risorsa idrica è in fase di costituzione e seguiranno i gruppi operativi relativi alla Forestazione, al sequestro di carbonio, alla cerealicoltura, all’agrotech e innovazione.

E’ oggi più che mai il momento di mettere insieme l’offerta di Ricerca dell’Ateneo Lucano con la domanda di ricerca da parte delle imprese agricole agroalimentari.

L’Unibas dovrà essere soggetto attivo -ha concluso l’assessore Luca Braia – nel proporre al settore agricolo lucano le proprie attività di ricerca con l’obiettivo di formare partenariati (GOI – Gruppi Operativi per l’Innovazione) altamente competitivi per entrare nel merito dei temi già presidiati e attinenti alle focus area dei bandi PSR come innovazione, qualità delle acque, qualità dei suoli, efficienza risorse idriche, sequestro di carbonio.”

BAS 05

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: