Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

CEREALICOLTURA, BRAIA: LA BASILICATA SI CONFERMI STRATEGICA

AGR “Un convegno nazionale sul grano per rilanciare la Basilicata quale baricentro strategico d’Italia per il Grano duro”. E’ il messaggio lanciato dall’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia, nel corso della tre giorni dedicata ai cereali, al pane, pasta e legumi, che si è conclusa ieri sera a Matera.

“Siamo la terza regione produttrice di grano duro in Italia– ha sostenuto Braia nel corso del convegno dedicato alla cerealicoltura, al pane di Matera prossimo oramai al riconoscimento IGP e ai progetti integrati di filiera, tenuto all’inaugurazione dell’evento – e nel passato contavamo di più perché oltre al grano avevamo un polo attivo della pasta, in special modo a Matera. Ecco perché, in una visione positiva e produttiva del comparto, avvieremo un grande dibattito con gli attori della filiera affinché la città di Matera in prospettiva si doti nuovamente di un molino-pastificio. Ci vorrà tutta la buona volontà dei produttori e degli imprenditori oltre che delle istituzioni che dovranno fare la loro parte. La Regione Basilicata dal canto suo, con i finanziamenti della nuova programmazione intende svolgere un ruolo centrale d’indirizzo. Ma è tutto il territorio lucano che dovrà fare sistema e il format realizzato a Matera: prodotti, enogastronomia, località e ruralità, si dovrà estendere anche agli altri comparti. In questo saranno coinvolte come fatto qui nelle tre giornate le istituzioni, le associazioni professionali e culturali i privati cittadini”. L’azione promozionale è rientrata nell’ambito dell’iniziativa da Expo ai Territori, coordinata dal dirigente generale del Dipartimento Politiche agricole Giovanni Oliva. All’organizzazione delle tre serate svolte tra il Borgo La Martella e Matera hanno preso parte sodalizi culturali come l’Associazione La Martella che da trentacinque anni organizza un evento originale e apprezzato come la crapiata, l’Unione regionale cuochi con la quale il Dipartimento ha un protocollo d’intesa per la valorizzazione dei piatti tradizionali, ma anche il consorzio del Pane Igp di Matera che ha fatto degustare la Fedda rossa, ossia la bruschetta e l’Associazione italiana vini che con il consorzio vini Matera Doc ha svolto laboratori di assaggio. Importante la presenza, durante la festa, della “strazzata” di Avigliano e delle donne di Lagopesole con la pasta fresca. “Una iniziativa – ha affermato l’assessore Braia- che vuole assumere in futuro sempre più valenza regionale, coinvolgendo tutti i quartieri della città.”

Lo chef stellato Luigi Diotaiuti ha saputo dare alla pasta locale con i legumi un tocco di professionalità. Il Comune di Matera e l’associazione guide turistiche hanno garantito l’apertura per le visite degli ipogei di Piazza vittorio Veneto. I prossimi appuntamenti di rilievo con i prodotti d’eccellenza saranno la sagra del fagiolo bianco e della melanzana rossa entrambi prodotti Dop a Rotonda dal 12 al 16 agosto; e la sagra del fagiolo di Sarconi Igp dal 16 al 18 agosto a Sarconi.

bas 02

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: