Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

Costruzioni, l’assessore Braia illustra le iniziative in corso

Costruzioni, l’assessore Braia illustra le iniziative in corso

 

L’assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata fa il punto sul settore delle costruzioni a margine della partecipazione oggi a Matera al corteo degli operai dei settori delle costruzioni e del salotto

 

“Sindacati, rappresentanti delle Istituzioni e della politica in questo periodo di difficoltà devono continuare il percorso sinergico che ha consentito il raggiungimento di importantissimi risultati per la nostra regione come le azioni contenute ed attuate del documento ‘Basilicata 2012’ e il ‘Contratto di settore’. Nel ridefinire l’agenda delle priorità dobbiamo mettere in testa il rilancio degli investimenti, l’esclusione dei questi dai vincoli europei e nazionali introdotti dal Patto di Stabilita e un suo allentamento per far decollare una regione virtuosa come la nostra, che non ha problemi di cassa e che oggi paradossalmente è in difficoltà a pagare le imprese fornitrici”.

E’ quanto dichiara l’assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata Luca Braia che ha preso parte oggi a Matera al corteo degli operai dei settori delle costruzioni e del salotto.

“Il settore delle costruzioni – aggiunge Braia – merita un’attenzione particolare poiché rappresenta da sempre la forza trainante dell’economia. Il Dipartimento Infrastrutture – aggiunge l’assessore – sta accelerando tutte le procedure attivate ed attivabili. Abbiamo avviato gli interventi per la riduzione del rischio idraulico nelle aree recentemente esposte ad eventi alluvionali. Per queste opere è disponibile un finanziamento di 14,5 milioni di euro, di cui ad oggi risultano appaltate l’80% delle risorse per le quali si prevede ancora di appaltarne il residuo 20% entro l’estate. Per rilanciare la politica della casa – aggiunge ancora Braia – sono stati avviati i programmi di edilizia residenziale agevolata, da parte delle Cooperative edilizie e delle Imprese di costruzioni, per complessivi 1100 alloggi. Con i fondi per il 2011 messi a disposizione dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile ei quali si è aggiunto il contributo della Regione per complessivi 1,5 milioni di euro sono avviate la procedure per l’individuazione degli interventi di rafforzamento, miglioramento sismico e messa in sicurezza del patrimonio di edilizia privata. Le circa tremila istanze pervenute – osserva l’assessore Braia – testimoniano la rilevanza dell’iniziativa e l’impegno a perseguire subito. Attraverso il finanziamento dell’annualità 2012, di cui si attende il decreto di riparto della Protezione Civile nazionale, saremo impegnati – dichiara l’assessore Braia – a garantire il soddisfacimento delle domande di messa in sicurezza del patrimonio immobiliare privato, la cui consistenza prevale su quello complessivo. In tema di edilizia scolastica – annuncia Braia – nuova linfa proviene dal Fondo Sviluppo e Coesione 2007/13, che sosterrà interventi di messa in sicurezza e miglioramento delle strutture del sistema scolastico regionale. Nei prossimi giorni – comunica Braia – si insedierà l’Osservatorio regionale dell’edilizia e dei lavori pubblici il cui disciplinare è stato recentemente approvato dalla Giunta Regionale. Con questo atto prenderà ufficialmente avvio il tavolo permanente intersettoriale che consentirà un costante monitoraggio dei settori di investimento infrastrutturale di competenza dipartimentale e, soprattutto, costituirà sede deputata per interagire e promuovere sinergie con le rappresentanze che, ai vari livelli, intervengono nel settore delle costruzioni. In questa iniziativa a cui tengo molto – conclude Braia – è condensata la volontà politica di avviare un processo di sviluppo basato su due fattori fondamentali come il monitoraggio e la programmazione. Il primo serve a prendere atto delle criticità e a misurare l’efficacia delle iniziative poste in essere. Il secondo fattore ci permette invece di fare tesoro dei risultati ottenuti per programmarne nuove iniziative in grado di incrociare le aspettative delle imprese e della comunità”.

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: