EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

EXPO: UN VIDEO SU MODELLO ZOOTECNICO LUCANO

AGR Presentata questa mattina nella sala Verrastro di via Anzio nel corso di una doppia conferenza stampa dedicata all’Expo e all’innovazione, l’iniziativa fa parte del progetto “Salvaguardia tradizione agroalimentare e sviluppo della biodiversità”, promosso dal Dipartimento Politiche Agricole della Regione Basilicata in collaborazione con i Lions e l’Ara Basilicata (Associazione regionale allevatori).

“La nuova programmazione europea – ha affermato il presidente della Regione Marcello Pittella, nell’introdurre i lavori – sta per entrare nel vivo e l’obiettivo primario è quello di irrobustire, in tutti i campi, il pilastro dell’innovazione. Con il supporto imprescindibile dell’Università nei prossimi mesi legheremo ancora di più la nostra azione ai temi dell’innovazione, della ricerca e della internazionalizzazione delle imprese, mettendo in luce le nostre eccellenze. Una strada, quest’ultima, che abbiamo percorso fin dall’inizio e che continueremo a seguire confortati anche dai segnali positivi provenienti per la nostra regione dai dati Istat – Banca d’Italia”.

“L’agricoltura lucana – ha continuato l’assessore Luca Braia – deve puntare sull’innovazione per acquisire centralità e giocare un ruolo di primo piano anche nell’ambito dell’Expo. Da qui l’iniziativa del video che rappresenterà la Basilicata a Milano, ma anche una serie di altri eventi organizzati in sinergia tra le diverse istituzioni con l’obiettivo di moltiplicare le opportunità di promozione per le aziende zootecniche, di attrarre maggiori flussi turistici e di incrociare l’interesse produttivo di delegazioni provenienti da Paesi stranieri”.

“Il video, oltre ad essere un bell’esempio di interazione tra società civile e istituzioni, si propone – ha spiegato il coordinatore del progetto Lions Basilicata Antonio Lopizzo – di valorizzare e diffondere il modello zootecnico lucano. Un modello innovativo in quanto sostenibile. La Basilicata infatti ha un’incredibile tradizione pastorale con allevamenti estensivi e semi-estensivi che si integrano bene con la natura del territorio, migliorando sensibilmente la sostenibilità ambientale”.

A partire dal corrente mese di giugno e fino al prossimo autunno si svilupperanno le altre iniziative, coinvolgendo le varie zone della regione: dal 1° al 30 giugno il fenomeno della transumanza rappresenterà un potente attrattore naturale per gli appassionati dell’ambiente, dando visibilità a paesaggi e prodotti tipici. Il 10 e 11 luglio a Matera, invece, il protagonista sarà l’olio lucano, con le manifestazioni Girolio e Olivarum. Si continua ad agosto portando in Val d’Agri una nutrita delegazione di paesi dell’Africa centrale, mentre in autunno l’oro rosso sarà al centro di alcune giornate nel Vulture. A fine ottobre (dal 25 al 28) la suggestiva Maratea farà da scenario ad una conferenza sullo sviluppo dell’imprenditoria femminile”.

Alla conferenza hanno preso parte anche il dirigente generale del Dipartimento Giovanni Oliva e il presidente e il direttore dell’Ara Basilicata, Palmino Ferramosca e Augusto Calbi.

bas 02

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *