fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

Filiere, finalmente qualcosa si muove. Attendiamo le altre 11 #PsrBas1420

Pubblicate le graduatorie per cereali e viticoltura, si attendono quelle dei comparti ortofrutta, zootecnia da latte e da carne, olivicoltura e filiere minori. Una interrogazione in merito alla tempistica.

“Dopo tre mesi dall’insediamento del nuovo Governo regionale, si pubblicano finalmente sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata, le prime due graduatorie di filiere, sulle tredici previste per le quali chiedo al Dipartimento agricoltura di accelerare anche le altre, al fine di consentire la concreta partenza di tutti i progetti previsti. Si tratta di quelle relative al comparto vitivinicolo e cerealicolo del Bando Sottomisura 16.0 ‘Valorizzazione delle filiere agroalimentari’ del Programma di sviluppo rurale Basilicata 2014-2020, che sbloccano circa 657 mila euro per il comparto agricolo”.

Lo rende noto il consigliere regionale di Avanti Basilicata, Luca Braia.

“Facciamo presto – prosegue Braia – per le filiere si attendono gli investimenti collegati anche alle sottomisure 4.1 e 4.2 sino alla concorrenza di un totale di 51,7 milioni di euro messo in campo da tempo per tutte e tre le misure. Importo che, nella precedente legislatura, abbiamo voluto incrementare del 30 per cento circa rispetto ai 39,6 milioni di euro inizialmente programmati”.

“Le filiere agro-alimentari – sottolinea il consigliere – sono l’unica grande opportunità per il sistema agricolo regionale e nazionale di sviluppare una strategia di tipo partenariale in connessione con il sistema della trasformazione e della commercializzazione, al fine di incrementare la competitività dei nostri prodotti sul mercato. Se consideriamo che la procedura era già pressoché terminata nel marzo scorso, spero si faccia tutto immediatamente. Intanto – aggiunge Braia – le imprese del comparto agricolo attendono nell’incertezza e rimangono ferme prima di avviare gli investimenti e, si spera, che i prevedibili ricorsi degli eventuali esclusi e dei progetti non finanziati non blocchino ulteriormente la partenza delle filiere”.

“Sul tema delle filiere – comunica  Braia – presenteremo una interrogazione al Presidente della Giunta in merito alla tempistica prevista per la chiusura di tutte le domande del bando 16.0 così come per la sottomisura 4.1 e 4.2, Chiederemo, inoltre, di finanziare tutte le filiere e, soprattutto, cosa intende fare il Governo regionale per la conferma del co-finanziamento delle filiere nazionali, dal momento che il bando Mipaaft, anche a seguito dello scorrimento avvenuto su nostra pressione politica oramai molti mesi fa, registra la presenza di numerose filiere che faranno investimenti importanti  nella nostra regione”.

“Per completezza di informazione – riferisce l’esponente di Avanti Basilicata – è stato approvato il finanziamento dei Progetti di Valorizzazione della Filiera (Pvf) per il comparto ‘Cerealicoltura’: Cerea.L  (Promotore responsabile Coop. Agr. Le Matine) per 218.750,00 euro  e Gural (Promotore responsabile Tenute Lucane S.c.a.r.l.)  per  218.699,15 euro. Inoltre – conclude Braia – per il comparto Vitivinicolo, è stato approvato il finanziamento, per 218.750,00 euro del Progetto di Valorizzazione della Filiera (Pvf) ‘Ca di Ve’ il cui promotore responsabile è la Cantina di Venosa S.c.a.r.l.”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: