Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

Il coinvolgimento di tutto il comparto agricolo è decisivo


“Ogni ragionamento sul petrolio e sull’impatto che le future decisioni regionali avranno sul comparto agricolo regionale e, in particolare, su qualche decina di migliaia di ettari di coltivazioni e sugli allevamenti, sul paesaggio e sugli insediamenti turistici rurali, a partire dei territori più direttamente coinvolti, va condiviso. Tutte le rappresentanze del comparto devono essere al tavolo per difendere gli agricoltori e proporre istanze a sostegno dello sviluppo del settore con l’aiuto del governo nazionale, finalmente oggi sensibile al tema dell’ambiente e dell’agricoltura.”

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia di Avanti Basilicata.

“Sostengo, da diverso tempo e con forza, la posizione oggi espressa da Agrinsieme Basilicata, che riunisce le federazioni regionali di Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari. Non coinvolgere – prosegue Braia – tutte le organizzazioni che rappresentano la totalità delle aziende e i produttori di Basilicata, significa non considerare il 10% del Pil Regionale ed un export che supera il 35% di incremento e che poi direttamente si lega ai temi della tutela territoriale e del turismo. 

La questione petrolio deve essere considerata a 360 gradi, coinvolgendo la vocazione prevalentemente rurale della Basilicata, oltre che l’immagine faticosamente conquistata negli ultimi anni, di una intera regione che vede nell’economia prodotta dall’agricoltura di qualità e dall’agroalimentare, oltre che da turismo e dalla sostenibilità ambientale, una fetta rilevantissima per lo sviluppo presente e futuro.

L’istanza di Agrinsieme é sintomo di un malessere che avevamo preannunciato e che si sta materializzando. Chiediamo che si ponga immediato rimedio per non disgregare l’unità territoriale e della rappresentanza che negli ultimi 5 anni abbiamo  mantenuto, anche a costo di pagare elettoralmente, perché il valore dell’unità regionale vale di più di una ragione di parte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: