fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

La città e la cultura a FestaReggio

(articolo su Reggioreport)

La città e le sfide del domani. È questo il filo rosso che tiene insieme gli appuntamenti del primo sabato a Festareggio. A riflettere sul ruolo delle città saranno il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, impegnato alle 21 in Piazza Grande in un dialogo sulle città e la cultura con Massimo Maisto, vicesindaco di Ferrara e Luca Braia, assessore alla Regione Basilicata e membro del comitato “Matera 2019. Capitale europea della cultura”. Reggio Emilia sarà protagonista della serata già dalle 18.30 con una conversazione informale in Piazzetta delle idee dedicata ai talenti reggiani nel campo del digitale e dell’editoria. Progetti e imprese ad alto tasso di innovazione con una naturale vocazione allo sviluppo di nuovi modelli e paradigmi, come Guglielmo, FabLab, Hurricane Start, Certhidea, Itinere, Minibombo e Imprimatur, saranno al centro dell’incontro La città delle idee, alla presenza di Valeria Montanari, assessore all’Innovazione tecnologica del Comune di Reggio Emilia.

Il centro storico di Matera, patrimonio mondiale dell'Umanità, all'imbrunire

Reggio Emilia, Matera e Ferrara. Tre città che hanno deciso di scommettere sulla cultura saranno protagoniste alle 21 in Piazza Grande di un confronto dal titolo Le città e la culturadedicato alle diverse esperienze nella gestione e nello sviluppo di una delle risorse fondamentali per il futuro delle comunità. A fare gli onori di casa, il sindacoLuca Vecchi, in dialogo con Massimo Maisto, vicesindaco di Ferrara con delega alla cultura, Luca Braia, assessore alla Regione Basilicata e membro del comitato “Matera 2019. Capitale europea della cultura” e Caterina Policaro, componente del web team del progetto Matera.

Quello della Città dei Sassi, Patrimonio Mondiale UNESCO, è un caso di progettualità culturale riconosciuta ai massimi livelli che ha saputo costruire una strategia unitaria, in grado di mobilitare le forze di un territorio ben più vasto. Un territorio che godrà di una ribalta europea e internazionale e che si trova ora di fronte a una sfida: valorizzare la propria storia e le specificità culturali aprendosi al mondo, anche grazie alle possibilità offerte dai nuovi linguaggi della comunicazione.

Una scommessa vinta l’esperienza di Ferrara, altra città Patrimonio Mondiale UNESCO, che ha individuato nel suo essere città d’arte, cultura e turismo la sua vocazione essenziale, anche per offrire lavoro e reddito ai suoi abitanti in una complessiva buona qualità della vita. A condurre l’incontro sarà Valerio Corzani di Rai Radio3.

Al termine dell’incontro ai ritmi della Basilicata con il concerto di uno degli artisti più noti di quel territorio: Antonio Infantino, lo “sciamano” della musica popolare lucana, che sabato 22 agosto alle 22.30 insieme ai Tarantati Rotanti si esibirà in Piazza Grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: