fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

Mio intervento in Inglese alla LINC Conference 2015

“Good evening to you all,

I am very honored to welcome you in the beautiful Maratea for this important international meeting, on behalf of the Department of Agriculture and Forestry of the Basilicata Region. 

Please, forgive me for the mistakes that I’ll surely do.  Speaking in English must be the first bet for the process of internationalization to be deployed in Basilicata.

First of all, I want to greet the authorities: the President of the Region Marcello Pittella, all the mayors and administrators, the Director of the host LAG “The citadel of Knowledge” Nicola Timpone, the President Franco Muscolino, and all those who contributed to the realization of these days.

We are proud to have for the first time in Maratea, an event of such international importance as the LINC Conference 2015 (Inspired Leaders Network Community).

More than 200 participants of the Local Action Groups across Europe, here with us, ready to discuss and share best practices for local development with LAGs from Basilicata from all the areas of the Region: Lagonegro and Pollino with Maratea, Val d’Agri and Alto Sauro, Basento-Camastra, Vulture and Alto Bradano, Matera Hills, Bradanica, Marmo Melandro, Metaponto etc.

It’s amazing! Cultures and sensibilities that will work together, in these days, discussing on issues related to rural development.

You are going to talk about generational change in agriculture,  about the organization of welfare activities and art in the context of natural national parks, about sustainable tourism and public investment as an engine for rural development.

I believe that from the LINC Conference 2015 will begin a new way of cooperation in the name of knowledge sharing.

The Linc Conference motto “Knowledge is sharing” perfectly sums up the new direction we’ve taken with the world of agriculture here in Basilicata.

There is no knowledge without sharing!

Only the exchange of experience, know-how and expertise from different realities can become the real added value for every community and contribute to its development.

Agriculture in Basilicata is an important and strategic field for the economic and social life of the Region.  We have over 22% of the territory within protected areas or parks, more than 50 sites of interest with the richest, valuable and different biodiversity among the countries of the EU and the Mediterranean.  We have more than 350 thousand hectares of forest area and one of the most important drainage basin in the southern Italy.

We really care about Rural Development!

The LAGs in this region have made and continue to carry out projects for the development of rural tourism, for the multi-functionality of agriculture, for the creation of attractors for tourists, also in cooperation with the LAG of other Regions to promote knowledge and the sale of the product of our tourism.

They have made also project for business improvement in agriculture, for new technologies as promotion of cultural heritage, for the restoration of town centers in order to facilitate the widespread hospitality, for religious tourism, for the conservation and restoration of the rural heritage, for training and information to local actors.

Our LAGs have gained a considerable experience that now it’s enriched by the international meeting of Linc Conference 2015. All this value will continue to be useful for the socioeconomic development of our country.

We expect for the future to have a more intensive work full of responsibilities, we have to give answers to a territory full of potentials.

Basilicata goes toward 2019, when Matera will be Capital of Culture for the whole of Europe: we have a unique opportunity to show to the world the beauty and culture of this area. We want to become a driving force for the whole south of Italy.  We have many signals of growth yet, also in the fields of agribusiness and tourism linked to our  territory and its products.

The LINC Conference 2015 will give us the opportunity to show you the  uniquely beautiful landscape of this area of Basilicata, to discuss the results achieved with the rural development programming being concluded 2007/2013 and to introduce the new rural development programming 2014 / 2020.

We’ll have a new course in Basilicata Region in the next months: the regional planning will support the development of farms.

We will increase the earnings capacity through aggregation of the offer, we will favor a more strategic and effective relationship with the research and a systemic and effective communication and promotion of the “product” food-territory. We will diversify our activities through the agro-energy and rural tourism, we want to increase the production capacity and trade in our region, intercepting the needs for change of our people and a willingness to meet and interact with new and ever wider markets.

These are today the strategic priorities for the agricultural and rural world of tomorrow: innovation, environmental sustainability, competitiveness and dynamism of production chains, territorial governance, biodiversity, forestry production, agro-energy, social agriculture, food education.

The Local Action Groups in Basilicata will be sustained, reorganized and strengthened in their governance and will be able to fulfill their main mission of “animating the territory” especially in the aspect of training, information/dissemination, together with the Region. The new cultural approach that we want to have for agriculture must drive Basilicata more and more closer to the parameters required by Europe. In a complementary way with the LAGs, we want to imagine a common work together on themes of great interest for our future.

On one side the theme of the Culture, in our way to Matera European Capital of Culture in 2019, and on the other side the theme of food education.

The Basilicata Region could be the ideal candidate to guide the LAGs of Europe on these two fundamental key issues: Culture and Food Education. I ask you to consider the opportunity to approve a document, at the end of the LINC Conference 2015, in order to give the task to guide future actions in the fields of Culture and Food education to the LAGs network of our region and to the Basilicata Region.

Today we have digital technologies that allow us great things.  It could be very profitable and useful to keep on working together on an online platform to share knowledge, starting from now.  In this way we should share other projects and keep alive the LINC CONFERENCE 2015 for 365 days a year.

Please help us being the ambassadors of our region and its beauty, once back in your towns and countries!

Our Basilicata continues to demonstrate that resilience and common goals can lead to the redemption of an entire community. We have to work together to make sustainable all our rural areas with all possible actions and investments.

I wish you all a fruitful work these days.

Have an extraordinary Linc Conference 2015 here in Maratea.”

Luca Braia Assessore Politiche Agricole e Forestali – Regione Basilicata


maratea1 maratea2 maratea3

TESTO IN ITALIANO

“Buona sera a tutti,

sono molto onorato di darvi il benvenuto nella splendida Maratea, a nome mio e del Dipartimento Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, per questa importante conferenza internazionale.

Proverò a parlare in Inglese.

Vi chiedo scusa per eventuali errori che commetterò ma voglio provare, mettendomi in gioco, ad essere da stimolo per il processo di internazionalizzazione da mettere in campo in Basilicata.

Voglio innanzitutto salutare le autorità presenti, il Presidente della Regione Marcello Pittella, i sindaci e gli amministratori presenti, il direttore del GAL “La cittadella del Sapere” Nicola Timpone, il presidente Franco Muscolino e quanti hanno contribuito alla realizzazione di queste giornate.

E’ grande motivo di orgoglio avere per la prima volta a Maratea, una importante manifestazione di rilievo internazionale come la LINC Conference 2015 (Leader Inspired Network Community).

E’ straordinario vedere qui riuniti più di 200 partecipanti dei Gruppi di Azione Locale di tutta Europa pronti a confrontarsi e condividere le best practice per lo sviluppo locale con i GAL lucani provenienti dalle varie aree della Regione: Lagonegrese, Val D’Agri e Alto Sauro, Basento – Camastra, Vulture e Alto Bradano, Collina Materana, Bradanica, Marmo Meandro, Metaponto ecc.

Uno scambio di culture e sensibilità che vi farà lavorare insieme, in questi giorni, su temi legati allo sviluppo rurale. Si parlerà di ricambio generazionale in agricoltura, dell’organizzazione di attività di benessere e artistiche nel contesto naturale dei parchi nazionali, di turismo sostenibile e degli investimenti pubblici come motore per lo sviluppo rurale. Sono convinto che potranno nascere percorsi virtuosi di cooperazione all’insegna della condivisione della conoscenza.

Il motto dell’iniziativa “Knowledge is sharing”, la conoscenza è condivisione, riassume perfettamente il nuovo corso che abbiamo intrapreso con il mondo dell’agricoltura lucana.

Non c’è conoscenza senza condivisione. Solo lo scambio di esperienze, know how, expertise magari maturato in realtà diverse, in altri contesti, può diventare il reale valore aggiunto che va assolutamente messo a servizio di ogni comunità per contribuire al suo sviluppo.

L’agricoltura in Basilicata costituisce un settore importante e strategico della vita economica e sociale della Regione. Abbiamo oltre il 22% di territorio che rientra in aree protette o parchi, oltre 50 siti di interesse comunitario con una biodiversità fra le più ricche, pregiate e variegate dei paesi dell’UE e del mediterraneo a cui si aggiungono oltre 350mila Ha di superficie forestale e un bacino idrografico fra i più importanti del paese e del sud Italia. Lo sviluppo rurale ci sta veramente a cuore.

I GAL in questa regione hanno realizzato e continuano a realizzare progetti per lo sviluppo del turismo rurale, della multifunzionalità dell’agricoltura, per la creazione di attrattori turistici, anche in cooperazione con i GAL di altre Regioni per favorire la conoscenza e la vendita del nostro prodotto turistico, per il miglioramento aziendale in agricoltura, sulle nuove tecnologie per la promozione del patrimonio culturale, per la riqualificazione dei centri storici per favorire l’ospitalità diffusa, per il turismo religioso, per la tutela e riqualificazione del patrimonio rurale, per la formazione e informazione degli attori locali.
L’esperienza notevole acquisita dai nostri GAL, che ora si arricchisce del confronto internazionale della Linc Conference 2015, continuerà ad essere utile per lo sviluppo socioeconomico del nostro territorio.

Ci aspetta per il futuro un lavoro intenso e carico di responsabilità, per dare risposte ad un territorio pieno di potenzialità.

La Basilicata si dirige verso il 2019, anno in cui Matera sarà Capitale della Cultura per l’intera Europa: abbiamo una occasione unica di mostrare al mondo la bellezza e la cultura  di questo territorio. Vogliamo diventare traino per tutto il meridione d’Italia e volano straordinario di crescita per le prospettive commerciali e imprenditoriali, anche nei settori dell’agroalimentare e del turismo legato al territorio ai suoi prodotti.

La LINC Conferenze 2015 ci darà l’occasione di far conoscere a voi ospiti internazionali luoghi di Basilicata unici per bellezza e paesaggio, di discutere dei risultati raggiunti con la programmazione di sviluppo rurale in via di conclusione 2007/2013 e di presentare la nuova 2014/2020.

Cominceremo in questi mesi un nuovo corso mediante il quale la programmazione regionale sosterrà lo sviluppo delle aziende agricole. Incrementeremo le capacità reddituali attraverso l’aggregazione dell’offerta, favoriremo una più strategica ed incisiva relazione con la ricerca e una sistemica ed efficace attività di comunicazione e promozione del “prodotto” alimento-territorio. Punteremo alla diversificazione delle attività passando per le agro-energie ed il turismo rurale, il tutto finalizzato ad incrementare le capacità produttive e commerciali della nostra Regione, intercettando le esigenze di cambiamento e la volontà di confrontarsi e interloquire con nuovi e sempre più ampi mercati.

Innovazione, sostenibilità ambientale, competitività e dinamismo delle filiere produttive, governance territoriale, biodiversità, forestazione produttiva, agro-energie, agricoltura sociale, educazione alimentare sono quindi oggi le priorità strategiche per il mondo agricolo e rurale di domani.

I Gruppi di Azione Locali in Basilicata vanno sostenuti, riorganizzati e potenziati nella loro governance per risultare sempre più in grado, anche finanziariamente, di assolvere alla loro principale mission di “animare del territorio” soprattutto sotto l’aspetto della formazione, informazione/divulgazione all’interno di un programma concordato con la Regione, nell’ottica della totale complementarietà delle azioni.

Il nuovo approccio culturale che vogliamo intraprendere per l’agricoltura deve sempre più avvicinare la Basilicata ai parametri richiesti dall’Europa.  In maniera complementare con i GAL vogliamo immaginare diversi percorsi comuni e lavorare insieme. Da una parte la Cultura, inserendoci nella traiettoria di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e dall’altra l’educazione alimentare.

La Regione Basilicata quindi potrebbe essere la ideale candidata a guida dei GAL di Europa su questi due temi chiave: Cultura e Educazione Alimentare.

Vi chiedo di valutare, durante queste giornate, l’opportunità di approvare documento al termine dei lavori della LINC Conference 2015 con il quale dare mandato ufficiale alla rete dei GAL di Basilicata e alla Regione Basilicata per guidare le azioni future negli ambiti della Cultura e dell’Educazione Alimentare.

Abbiamo oggi le tecnologie e il digitale che ci permettono di condividere e fare grandi cose. Potrebbe essere molto proficuo continuare i lavori su una piattaforma di scambio di conoscenza online, in maniera permanente. Continueremo così a condividere progetti e far vivere la LINC CONFERENCE 2015 per 365 giorni all’anno.

Vi chiediamo di essere gli ambasciatori della nostra regione, una volta ritornati nei vostri luoghi di origine.

La Basilicata continua a dimostrare come la resilienza e gli obiettivi comuni possano portare al riscatto di una intera comunità.  Lavoriamo insieme rendere sostenibili le nostre aree rurali con ogni sforzo di azioni e investimenti.

Auguro a tutti un fruttuoso proseguimento dei lavori di questa Conferenza.”

Luca Braia Assessore Politiche Agricole e Forestali – Regione Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: