fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

#Petrolio conferenza stampa consiglieri centro sinistra. La mia posizione.

📌Si proceda alla bonifica dei pozzi non utilizzati e si traguardi la fine in Val d’Agri delle estrazioni, decorsi i prossimi 10 anni di proroga concessione.

📌 Sulla richiesta di danni all’Eni, abbiamo compreso che questo governo non vuole proseguire le vie legali con la compagnia, dopo la ratifica di una transazione il cui iter aveva superato la congruità delle parti, stabilendo a circa 40 mila euro il danno di immagine arrecato alla Regione con lo sversamento che causٍ la chiusura del Centro Oli e una comunicazione mediatica dannosa.

📌 Il 26 ottobre prossimo scadranno i termini di validità delle compensazioni ambientali. Il tempo perso ha l’aggravante di una perdita costante del nostro potere contrattuale.

📌 Abbiamo chiesto al Presidente Bardi di rendere trasparente un dibattito sul tema petrolio in maniera congiunta, sia per quel che riguarda Eni che Total, per condividere un progetto con l’intera comunità.

📌 Magari, un piano straordinario per famiglie ed imprese lucane utilizzando il gas di cui disporremo gratuitamente in grande quantità, con centrali a trigenerazione nelle aree industriali ed artigianali della regione, per produrre energia termica e da trazione a basso costo.

📌 Oppure istituire  un fondo rotativo a sostegno degli agricoltori (prestito agrario regionale).

📌O ancora, finanziare lo scorrimento delle graduatorie Filiere e Giovani o pensare a un piano di cofinanziamento ai privati per la rigenerazione dei centri storici, al fine di accrescere la ricettività turistica e rilanciare il settore edile ed il mondo dei professionisti.

📌 Certamente é finito il tempo degli slogan ed é inaccettabile questo silenzio sul futuro della regione.

📌 Non si é materializzato ancora questo governo del cambiamento, che a parole dice che vuole fare di più di quanto fatto da noi con le risorse rivenienti dal petrolio.

📌 Auspichiamo un confronto serio con il presidente Bardi, aperto e coinvolgente, con tutti i soggetti intermedi della società lucana e con i sindaci.

📌 Non vogliamo partecipare alle trattative che per ruolo spettano al nuovo governo, ma pretendiamo che il Consiglio regionale svolga il proprio ruolo di confronto e condivisione con tutte le forze politiche e recuperi la sua centralità, dando indicazioni e mandato al presidente per fare le intese che oggi porteranno molte piu risorse di quelle sin qui recuperate, nella speranza  che facciano realmente  crescere la comunità di Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: