fbpx

Cookie, informativa privacy e gestione dati su questo sito

Sinergie tra pubblico e privato per creare sviluppo, innovazione, lavoro

“Capitalizzare gli investimenti fatti nella digitalizzazione in Basilicata (fibra, banda ultra larga, sperimentazione 5G) creando sinergia con i settori di specializzazione tipici della nostra regione quali OT, agricoltura di precisione e 4.0, tracciabilità ma anche dissesto idrogeologico, cultura del restauro, IT, trasformazione agro-industriale, cybersecurity. Mettere al centro di un nuovo possibile futuro spazi aperti a studenti e alle collaborazioni con le imprese, per potenziare le competenze specialistiche e facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro. Occorre, al più presto, istituire un tavolo regionale che metta insieme i mondi dell’Università lucana, dell’innovazione e della ricerca per sostenere lo sviluppo delle aziende locali.”

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, Avanti Basilicata partecipando alla presentazione della “U-Link” Academy Basilicata a Matera.

“Una occasione per il territorio. E’ necessario porre al centro di questi processi la nostra Regione – prosegue il Consigliere Braia – anche con la spinta di iniziative , a cui intendiamo dare il nostro sostegno, come la “U-Link” Academy Basilicata, messa in campo e presentata da SVIMEZ e Fondazione Transita, con il protagonismo e la condivisione del sostegno di importantissimi player privati. 

Inorgoglisce apprendere che le immatricolazioni dell’Unibas per l’anno accademico 2018/19 sono aumentate del +10,27%  e che la Basilicata potrebbe essere sede di una “Huawei Academy”, ospitata nell’Ateneo lucano già dal prossimo anno, sull’esempio della struttura della Apple a Napoli, oppure dell’attivazione di altri progetti ad alto impatto innovativo e tecnologico. 

Ritengo questa sia la via da intraprendere. Ci dispiace ancora una volta sottolineare la ormai cronica assenza del Governo regionale e del Presidente Bardi, seppure invitati dagli organizzatori, a testimonianza della distanza che c’è tra la politica che governa la regione ed il futuro della nostra terra. Non mancano solo le linee strategiche ma anche il buon senso e la voglia di stabilire relazioni con grandi player industriali che sono stati chiamati a relazionare (Indra Italia, Leonardo Spa, Conad, Politecnico di milano, Fondazione Pirelli, Huawai Italia, Smartpaper, STMicroelectronics).

Stiamo perdendo troppe occasioni, patrimonio inestimabile di relazioni create in questi anni, dimostrando a danno della nostra terra una superficialità e incapacità di cogliere al volo le occasioni che costruite meritatamente nel tempo e che capitano alla Basilicata oramai sistematicamente. Un contesto culturale e di innovazione di tale portata, dove ascoltare, recepire, apprendere, immaginare scenari di sviluppo della ricerca applicata, della formazione specializzata e del trasferimento tecnologico alle PMI lucane può solo portare vantaggio alla comunità tutta, se inseriti in una programmazione strategica regionale, che a quanto pare si continua invece a rimandare. 

Un futuro di tecnologie abilitanti, laboratori, opportunità per i nostri giovani di investire nella propria terra il sapere e le competenze acquisite, miglioramento della qualità dell’offerta formativa per fornire soluzioni all’emergenza lavoro, unite a un modello innovativo di relazione tra le Università del Mezzogiorno, utile ad aumentarne ulteriormente l’attrattività e la permanenza di studenti e laureati, generando nuovi progetti basati sulle specificità e sulle potenzialità del territorio di Basilicata. 

E’ doveroso – conclude Braia – investire, quindi, per far diventare la Basilicata una regione laboratorio in un momento storico delicato in cui dobbiamo assolutamente recuperare tutti gli strumenti per agire e reagire, ad esempio arginando il fenomeno dell’abbandono scolastico, provando a ricostruire un circolo virtuoso con la nostra università e indirizzare le competenze nei settori produttivi in cui vi è più richiesta di specializzazione.” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GDPR RICHIESTA DATI PERSONALI

Puoi richiedere o eliminare i dati personali eventualmente lasciati su questo sito, ai sensi del GDPR.

Seleziona la tua richiesta: